mercoledì 13 aprile 2016

"Hai 5 secondi di coraggio?"

Hai 5 secondi? Hai 5 secondi per prendere una decisione importante? Hai 5 secondi per dire la verità? Hai 5 secondi per essere te stessa?
Ho fatto una scommessa con delle mie amiche, all'università, durante una lezione di pedagogia sociale, quando la proff stava spiegando di come va la vita ai pedagoghi, e mi hanno detto che dovevo parlare con il ragazzo per cui ho una cotta da ragazzina quindicenne da più di sette mesi (maria santissima come passa il tempo), e li per li stavo anche per accettare, ma poi mi hanno detto che se non fossi riuscita nell'intento avrei dovuto pagare giapponese a tutte e quattro, 50€ di cibo, per una sera.
Mi hanno detto "li trovi 5 secondi per fare questa cosa? non ci vuole poi cosi tanto..."
E voi cosa pensate che abbia fatto? ovviamente ho rifiutato, non per i soldi, sapevo che non mi avrebbero fatto pagare tutto, non perché non volevo stringere un patto con loro, ma perché io il coraggio di espormi e andare a parlare con quel Bronzo di Riace in corso con me, non ce l'ho, il coraggio di prenderlo da parte, con il suo metro e ottanta (per me è un gigante, io sono un ratto se si parla di altezza...), e di chiedergli di venire a prendere un caffè con me, che io mica mangio, che lo pago io, alle macchinette se proprio proprio,... l'autostima di girare a testa alta, ancheggiando e atteggiandomi per i corridoi non ce l'ho, non so dove sia e non sono nemmeno del tutto convinta di averla ma avuta.
Che poi, però, la sera, mentre ero a letto, mentre avevo il libro di pedagogia tra le mani, mentre davo un occhio al capitolo della lezione della mattina, ho pensato che potevo pure accettare, che 5 secondi della mia vita li potevo sprecare, che alla fine se fosse andata male avrei superato un gradino, che avrei distrutto un pezzo del muro di mattoni che mi sono  creata tutta intorno, che comunque ci avevo provato; ma chi lo dice alla mia misera autostima che rischia di prendersi un altro brutto colpo, che più va avanti più le delusioni risultano difficile da mandar giù?
Tocca a me, mi devo sedere, guardarla negli occhi, pieni di speranza, e dirle che nemmeno stavolta ci siamo riuscite, che dobbiamo riprovarci, che la prossima volta andrà meglio, e poi mi tocca  la guardarla alzarsi, girarsi di spalle e mentre si allontana me ne devo accorgere, lo devo ammettere, che diventa più piccolina, che si ritira in se stessa, e prima o poi so, che come un amico immaginario, finirà per scomparire.


4 commenti:

  1. Cinque secondi di coraggio puoi averli anche un altro giorno, no? Son sempre lì ad aspettarti.
    Dato che è passato un po' di tempo, li hai più avuti poi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li ho avuti, con un altro ragazzo però, con quello di cui ero cotta da mesi e che ora è mio moroso :)

      Elimina
    2. Sono molto contenta di venirlo a sapere :) Brava!

      Elimina