martedì 22 marzo 2016

"ma a Pasquetta cosa fai?"

Avete presente quella venuzza vicino all'occhio che inizia a pulsare compulsivamente mentre cercate di trattenervi nell'urlare come una disperata in faccia a chi, puntualmente vi domanda cosa fate nei giorni di festa?
Ecco io in questi giorni, quella vena, ce l'ho sempre li che pulsa, che mi fa capire che la mia attività cardiaca è sotto pressione e che necessito della ricetta di Valium per sopravvivere ad un'altra giornata.
Il focus di questa settimana è incentrato prevalentemente su cosa faccio a Pasquetta, su come ho organizzato la giornata e con quali amici... HA-HA-HA.
Sto a casa.
A 21 anni passare Pasquetta in casa è deprimente, ma lo è ancora di più quando stai dal tuo amico che  abita in centro città, al secondo piano, senza uno straccio di terrazza.
No, davvero, piuttosto vado da mia nonna a giocare a briscola, il che, non sarebbe nemmeno una brutta idea...
Fatto sta che qua i giorni passano e le idee scarseggiano, o meglio, le idee ci sono, il problema sono gli altri amici che non hanno voglia  di alzare il culo dal divano.
Abito vicino al Lago di Garda, quale meglio occasione di passare del tempo all'area aperta festeggiando tutti insieme?! NO perché "c'è casino sul lago... troppa gente", eh sai com'è, c'è qualcuno che ha voglia di divertirsi e conoscere persone nuove, ma ovviamente ogni idea che comporti della socializzazione viene declinata immediatamente, nemmeno il tempo di pensarla...
Poi al peggio non c'è mai fine, quando pensi di avere finalmente trovato qualcuno con cui passare Pasquetta, e quel qualcuno è il tuo migliore amico, ti senti come in Paradiso, ma poi ovviamente lui si tira indietro perché va ad una festa, eeeee... "eh, è una festa esclusiva, numero chiuso.."


...e tu in quel momento non sai se:
- metterti a piangere
- imprecare come uno scaricatore di porto dopo 23 ore di lavoro
- decidere di uccidere qualcuno
- decidere di ucciderti
- esprimere tutto il tuo disagio alla mamma
- ammazzare di sberle il tuo bff che dovrebbe essere colui che dai casini ti tira fuori invece è il primo che te li crea.
E si, insomma, passano gli anni e l'organizzazione delle cose si fa sempre più complicata... era meglio da bambini, quando a tutto ci pensava la mamma, quando il massimo del divertimento era scendere in strada con gli amici,  a fare le gare con il monopattino, a giocare a palla, che ci si buttava sull'erba del campo della chiesa quando si era stanchi, che i gavettoni erano belli ma poi le prendevi di santa ragione quando rientravi in casa; era meglio quando per divertirsi bastavano le margherite con cui fare la collana, che il tempo passava piano e ti godevi ogni istante; adesso servono fiumi di alcool, sigarette, i capelli perfetti che combattono contro l'umidità, che la mamma adesso non ti accompagna più a manina dalle persone nuove per conoscerle, che per fare amicizia devi avere l'accendino a portata di mano, che i vestiti adesso sono integri, senza il segno verde dell'erba sulle ginocchia, che c'è sempre il bicchiere di cosmopolitan abbandonato sul tavolo di plastica, che balla sul terreno disconnesso, che non ci gode più gli istanti, i sorrisi, le risate, che la vita va veloce, che le feste e i momenti di compagnia, poi, sono uguali a tutti gli altri, che si è perso lo spirito.
Era meglio da bambini...

 xxx


2 commenti:

  1. Cara Eleonora ti comunico ufficialmente che io faccio parte della categoria che farebbe saltare in aria le persone che ti chiedono come passi le varie vacanze. Io in generale odio le festività quindi amo far finta che non esistano e tenderei a fare esattamente le cose normali di tutti i giorni però purtoppo come è capitato a te devo confrontarmi con la volontà dei miei amici, che nel mio caso invece è da settimane che organizzano pic-nic, grigliate, aperitivi, feste e chi più ne ha più ne metta. A questo punto ti propongo uno scambio di persona, io me ne sto tranquillamente a casa (o da tua nonna a giocare a briscola XD) tu invece ti sorbisci i miei amici iperattivi! XD

    RispondiElimina
  2. Hahahahha, sono morta dal ridere! :) uno scambio ci starebbe proprio bene!!! Te la briscolata e io la grigliata! Mi piace molto come cosa! :) se vuoi oltre alla nonna ti presto anche i miei di amici, pigri e perennemente adagiati sul divano! Pacchetto completo a zero spese! :)

    RispondiElimina