mercoledì 14 ottobre 2015

Blogger Love Project: A Day In The Life Of A Blogger + Blogging Processing



Questo tag, come probabilmente avrete già capito dal titolo, riguarda principalmente quella che è la vita quotidiana della blogger e la mini vita del suo blog (?).
MA andiamo avanti.
Come richiesto vi parlerò un po' della mia vita da neo mamma di Hamamelis e di come gestisco la mia bambina...
Allora, tutto ha inizio nel Luglio del 2015 quando decido di buttarmi in questa -sempre mini- avventura, con la voglia di esternare il mio disagio su internet e di condividerlo con altri che affrontano i miei quasi stessi problemi.
La mia giornata da blogger/studentessa universitaria/disperata in cerca di un miracolo nel momento in cui si guarda allo specchio, ha inizio, generalmente, intorno alle 6.30- 7 del mattino.
Quando la mia sveglia inizia a leccarmi la faccia, ad infilare il muso sotto le lenzuola e ad alitarmi in faccia capisco che è ora di alzarsi e che la signorina Megghy ha fame.
(si, la mia sveglia è un cane di 8 anni che si diverte a farmi pigliare infarti saltando sul letto come un caterpillar)
Dopodiché, quando mi sono alzata e ho nutrito sia la belva che il mio pancino, arriva la parte disastrosa, ossia il restauro della mia faccia che alterna un espressione disperata ad un espressione che trasuda odio per ogni essere vivente (questo momento dura in genere fino alle 9 della mattina quando il mio cervello inizia a collaborare e la relazione Eleonora - Mondo inizia a farsi più semplice).
Quando anche il più ricciolo dei miei capelli è finalmente al suo posto, ecco che è ora di vestirsi.
Ora, potrei aprire una parentesi grande come una casa mentre vi racconto dei mie outfit che nemmeno Carla Gozzi indosserebbe ad Halloween (no va beh, dai... sono un po' esagerata), diciamo che il mio look è mooolto casual, insomma amo stare bene con me stessa e comoda nei movimenti, quindi mi vesto, infilo le mie Adidas superstar bianche e me ne scappo fuori di casa.
Mentre corro come una maratoneta alla fermata della corriera per non perderla di solito inizia a piovere.
Cioè se da voi c'è bello e un minuto dopo piove sappiate che è per colpa mia.
Salita sulla corriera metto le cuffie e per me il mondo finisce li.

Dopo la fine delle lezioni una volta rientrata nella mia umile dimora vengo accolta dalla mia sveglia ( si lei... <3), che con fare aggraziato mi trascina per l'orlo dei jeans fino al tavolo da pranzo (PERCHE' HA FAME), mangio e poi mi stravacco sul divano come un tricheco in attesa della marea.
Nella mia pausa pre-studio (si, io faccio pause pre, post e durante lo studio, insomma... non studio un cazzo) mi adopero di pazienza e mi butto sul blog, perché c'è sempre qualcosa da sistemare anche se tu non lo sai, e generalmente preparo i post per il giorno dopo o semplicemente passo per un saluto veloce se non ho molto tempo da dedicare alla blogsfera.

- BLOGGING PROCESSING
"Quando mi metto a scrivere di solito ho già le idee chiare, so da dove iniziare, so come sviluppare il tutto e so anche come concludere."
HAHAHAHAHAHA VI PIACEREBBE.
Questo l'avrei scritto se fossi realmente una persona ordinata sia nei pensieri che nella vita privata, MA NON E' COSI.
Io sono ritardataria, disordinata, permalosa, lunatica, e chi più ne ha più ne metta, ed è cosi anche il mio blog, voi lo vedete ordinato, ma dietro questa programmazione ci sono ore e ore di sacrifici da parte mia, che mi ritaglio 10-15 minuti tutte le sere prima di andare a dormire durante la quale scrivo i post e imposto l'ora e data di pubblicazione in modo tale che tutto funzioni a meraviglia.
In quei quindici minuti di libertà senza pensieri, in cui mi immergo in un mondo tutto mio, voglio che tutto sia perfetto, ergo: scelgo un tema per il post che possa interessare, lo sviluppo, lo modifico, attuo un editing del tutto mio e inserisco, o almeno cerco di farlo, sempre un po' di ironia, perché questo blog vuole essere si uno spazio in cui si può parlare e confrontarsi ma soprattutto un luogo in cui nonostante le disavventure quotidiane ci si può fare sempre una risata.
Una spruzzata di smile e di cuori più tardi ed ecco che tutto è pronto per essere pubblicato.
Ecco qui, o meglio, eccomi qui...
Questa sono io, la mia vita, il mio blog...
Negli obiettivi della BLP ho inserito: POSTARE CON PIU' FREQUENZA, sarà uno degli obiettivi più complicati da portare a termine a causa degli impegni che ho... ma ci provo, ci voglio provare e voglio riuscirci!

Bene, ho finito... sapete una cosa? Mi sono resa conto che più che un tag questa mi sembra una presentazione di inglese... avete presente quelle delle elementari? What's your name?
Beh, comunque abbiamo finito :)

**questo post è stato scritto ieri sera, mentre la Megghy mi scaldava i piedi e nella mia testa scorrevano fiumi di parole degni delle cascate del Niagara, eh si... perché mentre voi leggete tutto io sto studiando psicologia generale, dio sa che voglia che ne ho...**
si, questa sono ioooo
 
 

3 commenti:

  1. Bellissimo il "mi stravacco sul divano come un tricheco in attesa della marea" AHAHAHAHAHAHAA decedo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e tu mi conosci.. lo sai che assomiglio ad un tricheco hahahaha

      Elimina