giovedì 17 settembre 2015

Quanta pazienza che ci vuole nella vita

Buon pomeriggio miei tesori, come state?
Qualche giorno fa avevamo parlato di quanto le persone potessero essere false, bene, l'altro giorno ne go avuto la conferma da una mia cara amica, che chiameremo Kissi Kissi.
E'  da qualche settimana che la mia compagnia mi ha letteralmente eclissato, e uno di loro appena mi vede abbassa la testa e se ne va, non ho mai capito il suo comportamento fino a quando la Kissi Kissi mi ha spiegato che l'anno scosro era successa la stessa identica cosa con un'altra ragazza che aveva litigato con la morosetta di quest'ultimo "uomo".
Bene, quindi come potete intuire il problema è lei (e lui che gli corre dietro).
Bene ( di nuovo, si), suddetta fanciulla, dopo aver litigato con la suddetta Kissi Kissi deve aver riferito tutto al suo caro fidanzatino tant'è che lui è subito andato dalla mia amica a fare il ruffiano.
Ora, vi sembra un comportamento normale da parte di persone che si credono mature? Sul serio? Non credo.
Se potessi uccidere suddette persone, credetemi, ora vi starei scrivendo dal carcere, ma non è possibile, insomma, sono troppo bella e vanitosa (forse un po' modesta) per indossare tutti giorni una tuta a righe, e si sa, le righe ingrassano.
Cerco costantemente di evitare di incrociarli all'uscita del cancello di casa o quando esco con il cane, ma puntualmente il karma me li para davanti neanche fossero testimoni di Geova.
Non so più cosa fare, aspetto solo un qualche loro messaggio nel momento in cui si accorgeranno che li snobbo come lebbrosi o faccio finta di non vederli quando mi passano a venti centimetri(invadendo il mio spazio vitale), so che non è un comportamento da matura, ma pane al pane vino al vino, hanno deciso di adottare questo atteggiamento da bambini di tre anni, non sarò di certo io a fare altrimenti.
La KK ha detto che levare il saluto ad una persona è da maleducati, ma se le persone appena mi vedono abbassano la testa di certo non posso andare sotto al loro naso e salutarli a mano aperta, anche perché finirei per dare loro il benservito con una sberla, non con un saluto.
Ma, sono io la mosca bianca della situazione o codeste cose accadono anche a voi?
E poi, non è vero che se uno abbassa la testa nel momento in cui vede un altro è perchè si sente in colpa o ha la coscienza sporca, e quindi dovrebbe essere il primo o la prima a chiedere "scusa"?
Fatto sta che io me ne vado via a testa alta, come sempre, non farò la prima mossa, mai. (credetemi, ho i miei buoni motivi per non fare tutto ciò).
Ci sono rimasta male per il suo, o loro, comportamento, mi sono sentita una felpa bucata che viene buttata via, non si possono trattare cosi le persone, cavolo, davvero non si può...
Mi sento davvero male per tutta questa situazione, piano piano sto cercando di "dimenticare" tutto... ma non è facile anche perché ci abito praticamente di fronte a questo pozzo di intelligenza chiamato ragazzo.
Va beh, ho comunque i miei amici, ho la coscienza pulita e so di non essermi comportata male.
Loro si.
E si ritroveranno soli... e a quel punto quando suoneranno al mio campanello ( e lo faranno ), gli sbatterò la porta sul naso , proprio come si meritano.

                            







2 commenti:

  1. Alcune volte però togliere il saluto è necessario per la nostra salute mentale! Non possiamo mica rincorrere chi già in partenza gli stiamo sul sedere! Da un po a questa parte la mia filosofia è pensare prima a me e poi a gli altri.. ho preso troppe porte in faccia passando in secondo piano me stessa.

    RispondiElimina
  2. Per questo mi comporterò come loro, preferisco passare per maleducata che per stupida!

    RispondiElimina